archesis.it

Blog di design e cose di casa

Sei qui: Home » Perché le finestre si bloccano?

Perché le finestre si bloccano?

Una finestra che si blocca è un problema tanto frequente quanto fastidioso, che possiamo risolvere in autonomia o con l’aiuto di un fabbro a Rivoli, nel caso l’entità del danno sia estesa oppure se non siamo sicuri delle operazioni che stiamo svolgendo, e abbiamo paura di provocare ulteriori danni.

In ogni caso, una finestra si può bloccare per numerose ragioni, di cui alcune si possono evitare facilmente effettuando una corretta manutenzione degli infissi.

Problemi più frequenti delle finestre

Spesso succede che una finestra aperta a ribalta rimanga bloccata in questa posizione, e ciò accade perché la maniglia si blocca. Per sbloccarla, come prima cosa è necessario individuare la linguetta di “falsa manovra”, che generalmente si trova poco sotto al profilo della maniglia. Successivamente, bisognerà allineare l’anta nella parte superiore con le cerniere, e tenendo premuta la linguetta ruotare la maniglia in posizione orizzontale. A questo punto la finestra sarò sbloccata e sarà possibile chiuderla riportando la maniglia nella posizione corretta.

Se ad essere bloccata è una finestra vasistas, le cause del problema possono essere essenzialmente due: le cerniere o il meccanismo di apertura. Per quanto riguarda le cerniere, dovrebbe essere sufficiente lubrificarle a dovere per eliminare qualsiasi accumulo di impurità, mentre per quanto riguarda il meccanismo di apertura la situazione si complica, perché potrebbe essere necessario smontarlo per valutare l’entità del danno.

Altre volte ancora, non riusciamo a chiudere completamente una finestra perché la maniglia non completa il suo movimento. Quando succede questo, la causa è probabilmente un nottolino che non entra correttamente nella sua sede. Per individuarlo, si dovrà aprire l’anta opposta a quella dove si trova la maniglia, e girare quest’ultima: se funziona, il nottolino difettoso si troverà sull’anta aperta, altrimenti su quella della maniglia. Una volta fatto ciò, bisognerà riportare il nottolino nella sua corretta posizione. Il nottolino è incastonato in un dado esagonale che riporta un taglio nella parte superiore: con una chiave, basterà prendere il dado e ruotarlo fino a portare il taglio sulla parte esterna, e a questo punto la maniglia riprenderà a funzionare correttamente.

Come effettuare la manutenzione delle finestre

Come abbiamo detto, una buona manutenzione delle finestre può evitare che si presentino problematiche legate all’usura, specialmente perché le finestre sono costantemente esposte agli agenti atmosferici, da cui vanno protette. Per effettuare una corretta manutenzione, inoltre, è necessario utilizzare prodotti e strumenti adatti al materiale in cui sono realizzati i nostri infissi.

Ad esempio, il legno più classico è anche un materiale che tende a degradarsi piuttosto in fretta, perciò è necessario mantenere sempre la verniciatura protettiva del telaio e pulirlo profondamente almeno un paio di volte l’anno, usando prodotti poco aggressivi e facendo attenzione a non graffiare il legno.

Per tutti i materiali, è necessario controllare che le guarnizioni siano pulite e non ci siano spifferi, pulendole accuratamente e facendo attenzione a non danneggiare il vetro, e allo stesso modo cerniere e altre parti metalliche devono essere sempre mantenute ben lubrificate.

Gli infissi in PVC sono quelli che richiedono la minor manutenzione poiché si tratta di un materiale particolarmente resistente agli agenti atmosferici, e per pulire infissi di questo tipo basterà semplicemente un panno umido.

isan.hydi

Torna in alto