archesis.it

Blog di design e cose di casa

Sei qui: Home » Porta bloccata, come riconoscere i problemi più diffusi

Porta bloccata, come riconoscere i problemi più diffusi

La porta che non si chiude e non si apre ormai più in maniera precisa può derivare da un gran numero di cause. Eppure, si tratta di un problema davvero molto diffuso, come possono testimoniare senz’altro tantissimi proprietari non solo di abitazioni, ma anche di immobili destinati ad uso commerciale.

Anche ben più di frequente di una volta nella vita, le problematiche come la porta bloccata possono veramente rovinarvi la giornata. È chiaro che la risoluzione di queste situazioni prevede una grande calma e pazienza, evitando di farsi prendere dal panico o dalla preoccupazione non appena si nota che la porta non si chiude più come prima.

Nella maggior parte dei casi, si tratta di problematiche per la cui risoluzione è necessario far intervenire un fabbro che sia dotato di competenze tali da poter garantire l’apertura porte Firenze o in qualsiasi altra città abitiate in modo semplice e, al tempo stesso, anche notevolmente rapido. Un professionista che ha una notevole esperienza in questo ambito, infatti, sa sempre e comunque dove mettere le mani, riuscendo a capire con grande tempismo il problema e risolvendolo il più velocemente possibile.

Le serrature non sono allineate

Tra i problemi maggiormente diffusi che possono portare al blocco della porta troviamo senz’altro il fatto di avere delle serrature che non sono perfettamente allineate. Non è un caso, quindi, trovarsi di fronte a una porta bloccata. Le serrature disallineate, in realtà, sono decisamente semplici da rilevare.

Un blocco non è perfettamente allineato nel momento in cui le componenti più importanti che fanno parte del sistema di blocco non risulta essere allineate in modo corretto. In questo senso, ecco che anche le più classiche funzioni della porta finiscono per non essere disponibili. La colpa, piuttosto di frequente, di tale disallineamento è un montaggio non corretto delle serrature delle porte, oppure anche i cambiamenti in ordine al clima possono determinare la deformazione delle porte piuttosto che dei telai delle porte. Ad ogni modo, è fondamentale cercare di intervenire il prima possibile, visto che in caso contrario le problematiche che sono legate al blocco della porta tenderanno a farsi sempre più gravi.

La chiave si è incastrata nella serratura

Ecco un’altra situazione che può capitare molto di frequente. Anche se, in ogni caso, serve una buona dose di sfortuna per trovarsi in una situazione del genere, è chiaro che si tratta di un problema che dà una bella gatta da pelare.

Spesso e volentieri, una chiave che si blocca all’interno della serratura potrebbe voler dire essere costretti a restare fuori dall’abitazione piuttosto che dal proprio ufficio. L’estrazione della chiave che si è spezzata all’interno della serratura, come si può facilmente intuire, non è affatto un’operazione così facile come si potrebbe pensare. Forzare la chiave non è mai la soluzione da sfruttare, dal momento che spesso e volentieri il rischio che si corre è solamente uno, ovvero quello di peggiorare nettamente la situazione.

Agira in autonomia e seguendo i dettami del fai da te, in questo caso, potrebbe non essere proprio la soluzione migliore quindi. Diventa chiaro che affidarsi a un fabbro specializzato ed esperto da questo punto di vista è un vantaggio non indifferente, tenendo conto che il costo dell’intervento potrebbe anche essere importante. Capita di frequente, però, che qualcuno possa provare ad estrarre i vari pezzi di chiave dalla serratura, ma si tratta di una situazione alquanto delicata. Meglio chiamare un fabbro o un operaio specializzato, dal momento che possono contare su un vero e proprio kit di estrazione delle chiavi rotte, che consentirà di portare a termine il lavoro molto prima rispetto a quanto era stato messo in preventivo.

isan.hydi

Torna in alto