archesis.it

Blog di design e cose di casa

Sei qui: Home » Come scegliere il giusto diffusore di aromi

Come scegliere il giusto diffusore di aromi

I diffusori di aromi sono molto apprezzati. Ormai stanno diventando un vero e proprio punto di riferimento per molti in casa. La loro funzione fondamentale è quella di diffondere le essenze che più ci piacciono, profumando gli ambienti domestici. Molte famiglie li scelgono perché riescono a creare un’atmosfera più accogliente in casa. Sono dei dispositivi che obbediscono ad una funzione molto importante, perché possono creare anche un clima di relax. Il fatto è che oggi molti non sanno come funzionino esattamente, per cui non sanno nemmeno quale modello scegliere. Vediamo di approfondire l’argomento.

Il giusto packaging per i diffusori di aromi

È giusto che i diffusori di aromi siano anche confezionati in maniera particolare, con il giusto packaging, come per esempio quello offerto da Cartongraf. La realizzazione di scatole per profumatori contribuisce a valorizzare ancora di più questi dispositivi, anche perché spesso le confezioni sono progettate in modo da essere personalizzate al massimo, mettendo a punto uno stile originale sia a livello di colori che per quanto riguarda tutti gli altri elementi grafici che compongono la confezione stessa.

Quindi già la stessa confezione può servire ad abbellire la casa, oltre a mettere in evidenza come questi dispositivi possano profumare adeguatamente alcune aree della nostra abitazione. Infatti non bisogna dimenticare che i diffusori per ambienti possono essere utilizzati anche nel senso di una funzione utile nell’ambito dell’aromaterapia, con le essenze profumate che ci aiutano a rilassarci e a mantenere ad un certo livello il nostro umore.

Inoltre non bisogna dimenticare un’altra funzione importante dei diffusori di essenze: alcuni sono progettati anche per mantenere in casa il giusto livello di umidità, senza arrivare a particolari eccessi. Per esempio sono molto utili questi diffusori per profumare la zona delle scale, ma si possono utilizzare anche in altri ambienti della casa, per esempio anche in cucina per togliere i cattivi odori che si sprigionano quando cuciniamo alcuni cibi.

È da specificare che i diffusori di aromi non sono utilizzati soltanto in ambito domestico, ma spesso sono utilizzati anche dai commercianti nei loro negozi.

Come scegliere il modello più adatto alle nostre esigenze

Essendo molti i modelli disponibili in commercio, come possiamo fare a scegliere il diffusore più giusto per le nostre esigenze? Da questo punto di vista è davvero importante fare attenzione ad alcune caratteristiche, che rendono l’utilizzo del diffusore anche più pratico.

Per esempio dobbiamo considerare, tra i fattori importanti, la capacità in litri. Un diffusore di aromi, perché sia abbastanza comodo da utilizzare, dovrebbe avere una capacità di almeno 500 ml.

Inoltre bisogna considerare anche che quasi tutti i modelli dispongono di un timer, attraverso il quale possiamo decidere la durata di accensione del dispositivo. Per esempio il timer ci permette di mantenere acceso il diffusore da una a tre ore consecutive. In genere non dovrebbe rimanere in funzione per più di dieci ore.

Molta importanza ha anche la silenziosità del dispositivo. Di solito i vari modelli che troviamo in commercio sono piuttosto silenziosi, ma alcuni possono caratterizzarsi per una certa rumorosità che magari potrebbe dare anche fastidio.

Quindi, per esempio, prima di acquistarne uno, possiamo leggere le recensioni lasciate dagli altri utenti per farci un’idea anche su questa caratteristica.

Volendo si possono scegliere anche modelli molto sofisticati, come per esempio quelli che aiutano a mettere in atto anche una funzione di cromoterapia. Si tratta di quei modelli che hanno anche delle luci colorate che influenzano il nostro benessere psicofisico.

Per fare la scelta giusta nel momento in cui acquistiamo un diffusore per aromi, teniamo a mente tutti questi elementi, rapportandoli anche alle nostre esigenze della vita quotidiana che svolgiamo in casa.

isan.hydi

Torna in alto